Naspi - ex disoccupazione come funziona per colf e badanti

Molte volte il lavoro domestico viene “sottovalutato”. Niente di più errato: badanti, colf, baby sitter e collaboratori domestici sono lavoratori come tutti gli altri e per questo hanno il diritto di vedere rispettato il loro contratto nazionale di categoria (Ccnl). Per tutti i dettagli e gli approfondimenti sul lavoro domestico, vi consigliamo la lettura di una semplice guida: Lavoro domestico: tutto quello che c’è da sapere.

Sul punto, inoltre, è bene sapere che per quest’anno è aumentato lo stipendio da corrispondere a badanti, collaboratrici domestiche, colf e baby sitter. Il 2018, inoltre, è l’anno dei riflettori puntati sull’orario massimo di lavoro di colf e badanti. Eventuali violazioni da parte del datore di lavoro, infatti, saranno pesantemente sanzionate. Di tanto abbiamo parlato nell’articolo Colf, badanti e baby sitter: stipendio e nuove regole.

In questo approfondimento, invece, ci occuperemo di un altro aspetto fondamentale del lavoro domestico, vale a dire quello inerente alla disoccupazione di colf, badanti e collaboratrici domestiche. È bene sapere, infatti, che anche i lavoratori domestici hanno diritto alla Naspi. Vista la peculiarità del lavoro domestico, tuttavia, è importante chiarire alcuni aspetti. Vediamo allora i